Onu: "Parole Trump vergognose e razziste"

Share

In questo caso sotto accusa è la sua frase volgare pronunciata nello studio ovale ai parlamentari che gli chiedevano di riconsiderare la decisione di togliere lo status di protezione a migliaia di immigrati provenienti da Haiti, El Salvador e da alcuni Paesi africani. Ha soltanto riconosciuto di aver usato un "linguaggio duro", come riporta l'autorevole The Washington Post. Dai suoi piu' stretti collaboratori invece zero commenti. Il militante del radicalismo nero, Kemi Seba ha scritto sul sito Senegalese Senenews: "Evidentemente, i nostri paesi, paesi di merda, sapranno ricordarsi di questi propositi, noi che accogliamo da molto tempo, le vostre basi militari senza battere ciglia". Le Nazioni Unite hanno immediatamente censurato le parole di Trump: secondo il portavoce dell'ufficio Onu dei diritti umani Rupert Colville "si tratta di un pensiero vergognoso e scioccante, non si possono liquidare interi paesi e continenti come "shithole".

L'ambasciatore di Haiti, Paul Altidor, ha parlato di "aggressione" e fa sapere che il governo haitiano ha presentato una protesta formale. Molte testate non sapevano come scrivere questa notizia in quanto a pronunciala non è stato un politico qualsiasi ma il presidente degli Stati Uniti D'America.

Security forces dsimantles IED in Srinagar
The experts of army's Bomb Disposal Squad (BDS) were rushed to the spot and they defused the IED, which was weighing 5 kgs. SSP Srinagar City Imtiaz Ismail Parray said that a case has been registered and further investigations are going on.

"Cattivo affare - ha scritto -". Secondo il Guardian Trump ha annullato la visita per timore di proteste di massa. E volevano che andassi a tagliare i nastro.

Share