Trento: bambina di 4 anni uccisa dalla malaria

Share

E' quindi arrivata in condizioni disperate a Brescia dall'ospedale della sua città. Non ce l'ha fatta ed è morta nella notte tra domenica e lunedì. Questo tipo di morbo viene trasmesso dal Plamodium Falciparum, la specie più' aggressiva di un protozoo parassita trasmesso dalla zanzara Anopheles. In questi casi, la morte può arrivare anche entro 24 ore.

La malattia è diffusa principalmente nell'Africa Sub-sahariana, in Asia e nell'America Centrale e del Sud. Aperta un'inchiesta Anche la magistratura bresciana vuole saperne di più sull'accaduto e ha aperto un'indagine.

Solidarietà "ai genitori e alla famiglia tutta della piccola Sofia" è stata espressa martedì da Silvio Scolaro, presidente di Aba, l'associazione Bibionese degli albergatori. Inizialmente la bimba è stata ricoverata all'ospedale Santa Chiara di Trento. Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha chiesto una relazione all'Assessorato alla salute della Provincia Autonoma di Trento e ha inviato un gruppo di esperti presso l'ospedale Santa Chiara di Trento per accertare le modalità del contagio. La diagnosi è arrivata velocissima e le terapie sono state somministrate subito. In Italia ormai non esistono zanzare in grado di trasferire la malattia; e la bambina e i suoi familiari non sono stati in nessun Paese a rischio. Paternoster non lo esclude: "È stata un' estate caldissima e con i cambiamenti climatici in atto non si può escludere l'adattamento di qualche specie. Andranno prelevati campioni di zanzare e esaminati".

Labour Day weekend wraps up dismal summer box-office season
Many thought it would be the slowest Labor Day in 25 years or more, but traffic at the multiplex was heavier than expected. Box office weekend revenue has recovered slightly after what was a record low under $8m on the previous weekend .

"Dalle prime indicazioni che abbiamo avuto pare che la bambina potrebbe aver contratto la malaria in ospedale, a Trento, e sarebbe un caso molto grave". "Abbiamo mandato immediatamente degli esperti sia per quanto riguarda la malattia sia per la trasmissione da parte delle zanzare".

In una stanza dell'ospedale di Trento vicina a quella della bimba poi morta di malaria a Brescia erano ricoverati 2 bimbi contagiati dalla malaria e fortunatamente guariti.

"Il caso è eccezionale, l'ultima trasmissione autoctona tramite zanzara risale a 30 anni fa nel grossetano, da allora ci sono stati solo alcuni casi tramite scambio di siringhe o trasfusione", ricorda Carosi. Nel primo caso, chiarisce, "le zanzare vettore possono essere state introdotte in Italia da viaggiatori di ritorno, ad esempio nei bagagli". "Qui c'è una seconda eccezionalità, perché le zanzare che circolano da noi non sono molto adatte a trasmettere il microrganismo, anche se in teoria potrebbero".

Share